Pronti, via! E il Sindaco perde pezzi

La lista “civica” Ora Ghinelli registra un’uscita a un mese e mezzo dalla proclamazione del nuovo consiglio comunale: il consigliere Bardelli lascia la sopracitata lista, con la quale è stato eletto, per approdare al gruppo misto comunale. 

Cosa lo avrà spinto a compiere questo gesto, dopo così poco tempo? Possiamo davvero inserirlo tra i record di velocità nel cambiare idea.

Abbiamo avuto la riprova di quanto abbiamo sostenuto in campagna elettorale circa la scelta dei nominativi da inserire nelle liste elettorali. (si veda il nostro Comunicato Stampa del 07/07/2020 ).

Quando si hanno le idee poco chiare, quando si pensa che i voti servono solo a misurare la propria “forza”, quando non si interpreta il proprio ruolo come un impegno morale verso i cittadini, può succedere anche questo.

Noi siamo diversi. Il Movimento 5 Stelle, che ho l’onore di rappresentare, è diverso e lontano da queste logiche.

Per quanto riguarda il Consiglio Comunale del 18 novembre, abbiamo purtroppo dovuto prendere atto che la nostra interrogazione sul presidio della Polizia Municipale è stata derubricata a “ordinaria” e quindi avrà – o dovrebbe avere – una risposta entro scritta entro 30 giorni. L’ufficio di presidenza non l’ha ritenuto un argomento “urgente“, per cui non ho potuto leggere l’interrogazione all’assemblea.

A nostro avviso invece l’argomento era ed è molto urgente, e non da adesso, ma da moltissimo tempo. Gli abitanti delle zone di Saione, Campo di Marte, parco del Pionta, hanno aspettato fin troppo per vedere concretizzato un progetto, un’idea che potrebbe davvero riportare un senso di sicurezza e tranquillità ai residenti e ai cittadini di passaggio.

Noi comunque non molliamo e porteremo avanti questa istanza finché non otterremo risposta dal Sindaco e dalla Giunta. 

Nonostante fosse inserito al punto 8 dell’ordine del giorno, il Presidente del Consiglio Comunale ha rimandato alla prossima riunione la discussione sul suo atto di indirizzo relativo agli “Indirizzi per la nomina, la designazione e la revoca dei rappresentanti del comune in enti, aziende, istituzioni e società partecipate”. 

Su questo argomento abbiamo presentato due emendamenti. In campagna elettorale ci siamo battuti affinché i criteri della trasparenza e della competenza fossero inseriti nella nomina nelle società partecipate. Insisteremo in sede istituzionale verso questa direzione.

Infine, ma non certo per importanza, abbiamo ricevuto la rassicurazione dall’Assessore Monica Manneschi che porterà particolare attenzione alla situazione delle case popolari. Le abbiamo fortemente chiesto di non aspettare che avvengano eventi estremi per intervenire, ma che venga controllata l’esecuzione della manutenzione ordinaria, proprio al fine di evitare certi incresciosi episodi.

Anche su questo vigileremo e restiamo a disposizione per tutti gli Aretini.

Movimento 5 Stelle

Michele Menchetti

Share

Mascherine, il Movimento 5 Stelle si unisce all’appello

Senza nessuna polemica, voglio esprimere la mia adesione, prima di tutto come cittadino e poi come consigliere di minoranza e portavoce del Movimento 5 Stelle Arezzo, all’appello lanciato dal sindaco Ghinelli insieme ai consiglieri di minoranza Ralli e Donati sull’utilizzo della mascherina.

Ci sono iniziative come questa che non hanno colore politico e, se saranno riproposte in futuro, non mancherà il nostro appoggio, qualora invitati a partecipare.

Movimento 5 Stelle Arezzo

Michele Menchetti 

Share

Arezzo Casa, è l’ora dei fatti

A seguito del problema del degrado delle case popolari, tornato alla ribalta in questi giorni, ci sono state esternazioni sui media locali che non condividiamo assolutamente. Ci riferiamo in particolar modo a chi parla di una eredità di gestione decennale pesante, dimenticandosi che a partire dal 31 maggio 2016 il signor Lorenzo Roggi, espressione della destra, faceva parte del consiglio di amministrazione con il ruolo di vice presidente, nominato poi presidente il 27 agosto 2019. 

Noi non vogliamo certamente difendere l’operato del vecchio presidente (espressione della sinistra), ma addossargli tutte le colpe ci sembra eccessivo, tanto più che le parole dell’autore della nota stampa sopracitata, sono in netto contrasto con quanto affermato il 27 luglio 2019  dai comuni del centrodestra che riportiamo testualmente: “Lorenzo Roggi, attuale vicepresidente di Arezzo Casa è stato eletto alla carica rivestita nell’ultimo triennio e, proprio nell’ottica di assicurare una continuità nella gestione, è stato proposto dai Comuni del centrodestra come candidato a presidente“.

Nessuna delle cose fatte da Arezzo Casa, citate nell’articolo, rispondono alle richieste della signora Sonia e degli altri abitanti delle case popolari

Quindi, se l’autore è così sicuro dell’operato di Arezzo Casa, invece di rendersi disponibile a fare audizioni davanti alle commissioni consiliari e allo stesso CDA di Arezzo Casa come da lui dichiarato, si renda disponibile, come abbiamo fatto noi, al dialogo con queste persone e si impegni in maniera solenne, garantendo che i loro problemi sono e saranno al primo posto nelle priorità del suo mandato elettorale e nei programmi di Arezzo Casa.

La campagna elettorale è finita, adesso basta con le parole, è tempo di passare ai fatti.

Gruppo Movimento 5 Stelle Arezzo

Share

Arezzo Casa, crolla tutto

A rischio la salute e la vita di decine di famiglie.

In molti hanno la memoria corta, ma non il Movimento 5 Stelle.

Il 27 agosto 2019 il signor Roggi Lorenzo viene nominato presidente di Arezzo Casa. Per il  Comune di Arezzo l’assessore alle politiche della casa Tiziana Nisini partecipa alla votazione per la sua nomina.

Il 16 gennaio 2020 il signor Roggi Lorenzo viene coinvolto nell’inchiesta legata al caso Multiservizi con l’ipotesi del reato di corruzione.

Il 22 luglio 2020 viene inviata una segnalazione di problemi di infiltrazioni di acqua e muffa alle case popolari in via Funghini.

Il 25 luglio 2020 avviene il crollo di una porzione di tetto nelle case popolari in via Libia.

Il 23 ottobre 2020 monta nuovamente la protesta di molti abitanti delle case popolari i quali si ritrovano a vivere in ambienti che possono minare la loro salute e nella paura di nuovi crolli.

Abbiamo raccolto la segnalazione di Sonia, una dei tanti condomini che vivono nelle abitazioni popolari in gestione ad Arezzo Casa nella zona di Tortaia, che ci parla di forte degrado, di acqua che filtra dal soffitto, di rischi per la salute reali e concreti, del suo timore di un eventuale crollo dell’abitazione in cui vive. 

Teme che si debba aspettare un evento tragico prima che Arezzo Casa intervenga. 

La mamma è reduce da un’operazione ai polmoni per cui respirare muffa non aiuta di certo. Si sentono abbandonate a loro stesse.

Hanno scritto ad Arezzo Casa molte volte, informando che le ditte inviate a fare manutenzione non risolvono mai il problema. Da anni chiedono aiuto e da anni nulla cambia.

Oggi però la situazione è davvero grave. Le foto, ma soprattutto i video che circolano in queste ore, dimostrano come siano costretti, loro e tanti altri condomini delle case popolari del comune di Arezzo, a vivere nel reale rischio che a breve possa succedere qualcosa di irreparabile. Inoltre ci sono tanti bambini, persone anziane, persone malate, che vivono in queste condizioni.

È trascorso più di un anno dalla nomina del nuovo presidente di Arezzo Casa e nulla è stato fatto. 

La signora Manneschi Monica, Assessore  fresca di nomina, con competenze sulla politica della casa, ha sulla scrivania il suo primo lavoro. È l’ora dei fatti. 

Il Movimento 5 Stelle è pronto a fare la sua parte, per esempio partendo dal controllo sugli interventi di ordinaria manutenzione: sono stati effettivamente eseguiti? Se sì, come?

In veste di primo garante della salute pubblica, cosa ha da dire il Sindaco agli Aretini?

MOVIMENTO 5 STELLE

Share

“Dalla parte dei diritti”, l’adesione del Movimento 5 Stelle Arezzo

Il Movimento 5 Stelle Arezzo aderisce e sostiene l’evento “Dalla parte dei diritti” organizzato dalle associazioni LGBTI+ su tutto il territorio nazionale, ed in particolare ad Arezzo con Chimera Arcobaleno il prossimo sabato 17 ottobre dalle ore 17 in piazza San Jacopo.

Auspichiamo anche noi l’approvazione rapida di una legge che tuteli seriamente le persone LGBTI+ e le donne da violenze e discriminazioni e che individui le risorse necessarie per l’attuazione di politiche concrete. 

Lavoriamo insieme per una società nuova, che consenta a tutti di poter amare liberamente, senza alcun timore di essere discriminato.

Per quanto riguarda la realtà aretina, nel nostro programma abbiamo inserito l’immediata ri-adesione alla rete RE.A.DY dalla quale l’amministrazione di destra era subito uscita, dopo poco tempo dall’insediamento della nuova Giunta nel 2015.

Tra i primi lavori che porteremo in Consiglio Comunale ci sarà proprio questa proposta: vediamo cosa risponderà il Sindaco a questa nostra sollecitazione.

Movimento 5 Stelle Arezzo

Share

Il Movimento 5 Stelle avrà un suo consigliere

A seguito dell’esito del ballottaggio, anche il Movimento 5 Stelle ha il suo portavoce in Consiglio Comunale: è Michele Menchetti.
Ringraziamo ancora una volta tutti coloro che hanno dato fiducia al gruppo del Movimento 5 Stelle di Arezzo.
Riteniamo questo passaggio di fondamentale importanza perché i cittadini potranno dare voce alle loro istanze per rendere Arezzo una città migliore nell’interesse di tutti.
Quindici giorni sono trascorsi tra il primo turno delle elezioni e il ballottaggio: ne abbiamo approfittato per riflettere, mettere in ordine le nostre proposte, fare un elenco delle priorità e decidere le azioni che ci vedranno impegnati da qui in avanti.
La voglia di agire e di mettersi al servizio degli Aretini è così forte che non vediamo l’ora di poter partecipare alle Commissioni e al Consiglio Comunale per i quali abbiamo già pronto il primo progetto, da noi ampiamente discusso in questi mesi, riguardante il quartiere di Saione e in particolare la nostra idea di riqualificazione che comincia da Campo di Marte: il presidio della Polizia Municipale al chiosco di proprietà comunale. In campagna elettorale in
tanti hanno lanciato proposte, lo stesso sindaco ha fatto delle promesse molto precise, ora è il momento di vedere se mantiene la parola data passando all’azione.

Siamo consapevoli del ruolo che ci aspetta e per questo saremo delle sentinelle attente al servizio degli Aretini, dei professionisti, degli operatori economici, delle associazioni, delle imprese. Anzi invitiamo tutti a partecipare agli incontri presso la nostra sede in viale Cittadini nr 7, auspicando un sempre più convinto coinvolgimento degli stessi in modo tale da apportare una maggiore spinta alle proposte che formuleremo.

Il Movimento 5 Stelle c’è. E’, e sarà sempre, in mezzo alla gente. Ci impegneremo per il bene di tutti e per costruire una città più equa, più giusta, più dinamica, più attrattiva.

Gruppo Movimento 5 Stelle Arezzo

Share

Il ringraziamento del Movimento 5 Stelle Arezzo

Grazie di cuore a tutti coloro che hanno dato la propria ​preferenza ​al Movimento 5 Stelle.

Abbiamo sempre detto che ​il voto è dei cittadini​, pertanto ci sembra doveroso ​ringraziare tutti quelli che hanno riposto in noi la loro ​fiducia​. Il nostro ​impegno ​è stato e sarà a 360 gradi, nell’unico interesse di Arezzo e degli Aretini, al fine di esserne la voce, e cercheremo con tutte le nostre forze di dare sempre la priorità a tre concetti fondamentali: ​trasparenza, meritocrazia e cambiamento​.

Siamo ​fieri ​del nostro programma, un lavoro costruito negli anni, pezzo per pezzo, e ripreso a tratti da altre parti politiche: già questo è un enorme ​successo ​e noi vigileremo affinché essi realizzino queste idee e non le abbiano utilizzate solamente per prendere voti.

E’ stato un ​percorso in crescita meraviglioso​, che ci ha permesso di interagire con tantissime persone, di ascoltare le loro problematiche, di scambiare idee e opinioni, di approfondire argomenti importanti per migliorare la nostra bellissima città.
Attendiamo l’esito del ballottaggio dopodiché valuteremo, tutti insieme, il prosieguo di questo percorso.

Movimento 5 Stelle Arezzo

Share

Elezioni comunali, il M5S chiude al Pionta

Venerdì 18 settembre dalle ore 18.00, con l’incontro al parco del Pionta, si chiude la campagna elettorale del Movimento 5 Stelle.
Rimane aperto il ​filo diretto​ con la cittadinanza perché vogliamo continuare ad essere gli interlocutori e la voce degli Aretini, qualunque sia l’esito delle urne.
In questi mesi che ci hanno accompagnato alle elezioni, abbiamo sempre lavorato per proporre ​idee per una città migliore​, e ci siamo impegnati a far emergere le ​storture, le anomalie del sistema senza pensare neanche per un istante se tutto ciò ci avrebbe favorito.
Il nostro candidato a sindaco Michele Menchetti è riuscito con costanza e impegno nei vari dibattiti a far capire che le decisioni che dovranno prendere il Sindaco e la Giunta non potranno che essere prese con un metodo ​condiviso​.
Negli incontri pubblici è emerso ripetutamente come la creazione di un tavolo tecnico tra le parti in causa, a volte permanente, sia un ottimo criterio per raggiungere l’obiettivo prefissato per affrontare qualunque questione.
Chi ci ha seguito in questi mesi ha capito il nostro modo di operare e l’etica che ci contraddistingue, mettendo al primo posto il bene comune; chi vorrà venire ai nostri incontri e conoscerci, avrà la possibilità di portare le proprie idee, di confrontarsi con il gruppo in maniera aperta, senza preclusioni e preconcetti.
Chi sceglierà di darci fiducia, il 20 e 21 settembre, avrà scelto trasparenza, meritocrazia e cambiamento.
Il Movimento 5 stelle Arezzo è sempre dalla parte dei cittadini.

Movimento 5 Stelle Arezzo

Share

Lettera dei rettori, la risposta del Movimento 5 Stelle

Partiamo da un punto, a noi molto caro, sul quale non siamo stati seguiti dagli altri candidati: nomine ​e ​competenze​.
Secondo noi, nei ruoli chiave dovrebbero sempre essere scelte persone competenti e non in base al famoso “manuale Cencelli”, secondo il quale bisogna distribuire le cariche a tutti al fine di accontentare i vari alleati. Per questo motivo abbiamo lanciato l’appello a firmare un patto che prevede di scegliere i dirigenti delle partecipate per ​curriculum, tramite commissioni esterne ​svincolate dai partiti. ​Questo è un modello che noi intendiamo
ovviamente applicabile anche in altri contesti.
Riguardo all’​assessore​, riteniamo che se una persona agisce in maniera responsabile, professionale e con volontà, anche se non è esperta di Giostra, coordinandosi con tutti gli attori coinvolti, può fare comunque un egregio lavoro. Stesso discorso vale per gli uffici comunali, dove sicuramente sarà possibile trovare soggetti che conoscono la Giostra e che potranno dedicare una parte importante del loro tempo alla stessa. Fare un ufficio esclusivamente dedicato alla manifestazione potrebbe renderlo troppo distaccato dalle altre funzioni, tipo cultura e turismo, le quali invece, secondo noi, per ottenere i migliori risultati devono cooperare ed integrarsi.
In riferimento alle altre richieste, il nostro comunicato di qualche giorno fa già chiariva le nostre posizioni a riguardo e le riportiamo di seguito. I ​costumi ​hanno ormai raggiunto il loro limite di utilizzo e a breve sarà necessario rinnovarli. L’occasione potrebbe essere sfruttata per fare uno studio storico più approfondito per realizzare i nuovi vestiti più aderenti alla realtà dell’epoca che si vuol rappresentare. Per rinnovare il ​buratto ​potrebbe essere lanciato un concorso rivolto alle ​scuole ​e alle aziende ​del territorio, ottenendo in questo modo sia un bell’esempio di esperienza scuola/lavoro, sia il coinvolgimento attivo della città al miglioramento ed all’integrazione con la ​sua Giostra.
Il nostro sogno è quello di riuscire a ​far crescere l’evento​, facendogli fare un salto di qualità che lo porti ad essere il più possibile ​autonomo finanziariamente​. Allo stesso tempo, riteniamo importante responsabilizzare maggiormente i ​quartieri​, perché restano uno dei pochi ​presidi del territorio​ e poli di aggregazione sociale, quindi si sposa bene con la richiesta di diventare dei ​centri di ascolto​.
Risulta altresì necessario che le attività ed i finanziamenti dei quartieri e dell’Ente Giostra diventino ​più trasparenti possibile​, per dare la possibilità ai cittadini di verificare l’operato di tutti i soggetti.
Lo ​snellimento della burocrazia​ è una necessità che hanno tutti i cittadini e tutte le imprese, soprattutto dopo un momento di crisi come quello che stiamo passando. Dato che un’amministrazione pubblica ha forti limiti di intervento sull’economia, una importante leva che ha a disposizione è proprio quella della ​semplificazione​, quindi sarà sicuramente un punto focale di una eventuale Giunta a 5 Stelle.
Infine, la ​pubblicità ​e la ​comunicazione ​è un altro importante punto del nostro programma, infatti per il rilancio del turismo riteniamo fondamentale puntare su questi aspetti, e proprio per renderla più efficace, come già detto in merito agli uffici comunali, queste devono essere integrate e comprenderanno ovviamente anche la ​Giostra​.
Il Movimento 5 Stelle resta ​sempre aperto e disponibile​ alle idee dei soggetti coinvolti per integrare e migliorare le proprie proposte.

Movimento 5 Stelle Arezzo

Share