Coronavirus, il M5S aretino dona 200 kg di pasta alla Caritas

Ora pasta. E di quella buona, dai produttori locali, per dare un altro contributo a questa emergenza alimentare.

Circa 200 kg di pasta toscana della Fabianelli sono stati consegnati oggi alla Caritas di Arezzo da parte del Movimento 5 Stelle aretino.

La scelta del prodotto non è casuale, la nostra attenzione infatti è sempre rivolta al sostegno delle attività nostrane, non solo perché salutari e di qualità, ma anche perché meno impattanti sull’ambiente rispetto ad altri prodotti alimentari, soprattutto se provenienti da lontano.

Vogliamo ringraziare il pastificio Fabianelli per la gentile, efficiente e rapida disponibilità.

Movimento 5 Stelle Arezzo  

Share

Hai difficoltà con la richiesta dei buoni spesa? Ti aiutiamo noi!

Al fianco degli Aretini. Sempre.

Al fine di supportare la cittadinanza in questo particolare momento della nostra vita, il Movimento 5 Stelle si mette a disposizione degli Aretini per ciò che riguarda la compilazione del Modulo per la richiesta dei buoni spesa.

Se avete bisogno di un supporto, un aiuto o comunque un chiarimento, potete scriverci all’indirizzo e-mail movimento5stellearezzo@gmail.com oppure potete messaggiarci tramite Facebook alla nostra pagina Movimento 5 Stelle Arezzo.
Vi ricontatteremo nel più breve tempo possibile.

#coronavirus #covid19 #celafaremo #buonispesa

 
 
Share

Le proposte del M5S a sostegno delle attività Aretine per il post #COVID-19

Oggi è il momento di pensare al domani.

Stiamo combattendo una battaglia contro un nemico ​invisibile, una situazione fuori
dall’ordinario che necessita di risposte altrettanto ​straordinarie.
Riteniamo necessario un ​intervento diretto​ da parte dell’Amministrazione comunale per dare ​ossigeno a famiglie ed imprese del territorio con particolare attenzione alle categorie più deboli e settori strategici della nostra comunità.

Ci sono settori come il Turismo ed alcune strutture ricettive fondamentali nell’economia Aretina che sono particolarmente ​colpite, non solo perché sono state le prime ad essere coinvolte ma perché saranno tra le ultime a ripartire.
Allo stesso livello ci sono tutti i luoghi di aggregazione come palestre, bar, ristoranti, discoteche, centri estetici e tutte quelle attività ​aggreganti.

È evidente per esempio che ​sospendendo​ la tassa di soggiorno si darà una grossa mano al comparto del turismo nel momento in cui queste attività potranno riaprire.
Allo stesso modo una ​riduzione ​o una ​sospensione ​di alcune tasse comunali potrebbero dare ossigeno essenziale alle nostre aziende.
Come sostenuto correttamente da Confesercenti, è necessario comprendere anche i ​negozi di vicinato​ per spendere i ​buoni spesa stanziati dal Governo per i cittadini in difficoltà.

E’ necessaria inoltre l’apertura di un ​tavolo di lavoro ​con le partecipate del Comune, quali ad esempio Estra, Nuove Acque, Multiservizi, al fine di chiedere che anche loro facciano la loro parte, aiutando le persone e le attività in difficoltà, per esempio ​azzerando ​gli interessi ed ​agevolando ​i pagamenti.

Movimento 5 Stelle Arezzo

Share

La salute, il CoviD-19: sanità tra passato e futuro

Il Movimento 5 Stelle esprime ​gratitudine ​verso tutti gli operatori socio-sanitari e tutte le forze istituzionali e assistenziali impegnate nella protezione della vita.

Un primo trimestre da bocciare, quello degli imprevisti eventi infausti che questo 2020 ha messo in scena per tutti gli esseri umani. Gli italiani, dopo i cinesi e prima di altri europei, asiatici, americani e africani, sono stati messi in ​quarantena da quasi un mese.

Il periodo richiede una breve cronistoria articolata su alcuni piani.

Il tema della salute al centro della scena, con l’umanità in ritiro all’interno delle proprie abitazioni e in contatto affettuoso con i propri cari. Si suggerisce l’utilizzo della fantasia, del buon senso e della responsabilità.

Il gioco, la musica, i film, la parola si dimostrano ​strumenti di svago ampiamente suggeriti da social e da altre mezzi di comunicazione e sono utili per annullare relazioni personali disamorevoli, aggressive e di violenza verbale e fisica, nei gruppi familiari in ritiro.

Ricordiamo che è attivo il ​numero di emergenza 1522​ per situazioni di ​violenza per i soggetti fragili.

Di certo lo stato di ritiro determina ​stress ​che è fattore rilevante per la salute psico-fisica ed evidenzia maggiormente la vulnerabilità e fragilità dell’essere umano, in questo particolare momento e in tutte le situazioni personali che richiedono cura e assistenza.

Inoltre si ribadisce che per situazioni di emergenza sanitaria il riferimento è il medico di famiglia innanzitutto, nonché centri di ascolto psicologico, psichiatrico, sociale della USL e dei Comuni.

I dati indicano in questi ultimi giorni una ​stabilizzazione dei numeri di contagio​ e promuovono il comportamento di noi tutti​ e rinforzano le decisioni del governo e dei gruppi di esperti che stanno doverosamente lavorando per noi.

Il Movimento 5 Stelle sorveglia la situazione soprattutto per ciò che riguarda il quadro organizzativo delle strutture pubbliche.

In Azienda USL Sudest, Zona Aretina, è reso pubblico un processo di riadeguamento della disposizione dei punti di cura e assistenza del presidio ospedaliero locale.
La centralità di risposta ai pazienti gravi e in condizioni di sorveglianza critica per CoronaVirus, progettata nella struttura del ​San Donato​ di Arezzo restituisce ​credibilità ​alla martoriata Sanità Pubblica e a quelle che possono affermarsi competenze di alta professionalità e specialistica del nostro Ospedale.
Si è manifestato il valore di ​operatività integrata fra professionisti che all’unisono mettono in campo competenze specialistiche al fine di rendere efficace l’azione della cura.
Da non sottovalutare la ​solitudine​, quale manifestazione psicologica che si presenta non solo per i pazienti in ricovero o in isolamento, ma che interessa, in modo speculare, i parenti tenuti lontani dai propri cari.
Allo scopo di garantire le prestazioni e azioni di cura sono stati formalizzati accordi di gestione condivisa con strutture ospedaliere di Zone Provinciali e con le strutture private della realtà Aretine.
La situazione attuale di emergenza ​non deve poter riesumare o ripristinare in alcun modo progetti di privatizzazione​ e scambio mercificato di un bene pubblico quale è la nostra salute.

Un’ulteriore precisazione riguarda un punto programmatico del M5S di Arezzo che valorizza nel futuro prossimo una Sanità, non solo Ospedaliera ma anche di Comunità, radicata e diffusa nei territori.
Il territorio, quindi, deve essere dotato di operatori specializzati e competenti ad approcci integrati, nella cura e assistenza.
Operatori che curano la persona che attraversa situazioni complesse e/o di ​fragilità.
Equipes destinate a sollecitare e sviluppare risposte a bisogni che intersecano il mondo sanitario e sociale, le varie Istituzioni culturali e professionali presenti nel territorio.
Saranno necessarie ​maggiori risorse umane affinché più persone possano ricevere le cure al proprio domicilio.
Dovremo riattrezzare e pensare mentalmente ​la casa come luogo ideale, non solo fisico ma anche familiare, dove ricevere la cura.
Si dovranno sviluppare ricerche eticamente compatibili nel rispetto di tutti gli esseri viventi e studiare fattori di correlazioni predisponenti l’insorgere delle patologie.

MoVimento 5 Stelle Arezzo

Share

BUONI SPESA PER LE FAMIGLIE ARETINE: IN ARRIVO € 525.803,42

Al fine di affrontare l’emergenza coronavirus, il Governo ha stanziato una prima parte di contributi per i Comuni per un totale di 400 milioni.

Sono buoni spesa per le famiglie più bisognose che daranno un aiuto concreto a coloro che sono maggiormente in difficoltà per l’acquisto di generi alimentari e beni di prima necessità.

Saranno erogati nelle casse del comune di Arezzo 525.803,42 euro.

Auspichiamo la massima rapidità ed attenzione nella distribuzione di queste risorse.

Restiamo altresì in attesa del piano operativo nonché delle valutazioni politiche dell’assessore Tanti sull’argomento.

Share

Comunali 2020: il Movimento 5 Stelle Arezzo ci sarà

Nasce un nuovo Movimento 5 Stelle ad Arezzo.

Abbiamo lavorato in silenzio per mesi creando una proposta seria ed alternativa per la nostra città.
La nostra squadra composta da professionisti, insegnanti, dirigenti, pensionati ed operai è stata finalmente certificata e sarà presente alle prossime elezioni comunali 2020.

Con il nostro candidato sindaco Michele Menchetti stiamo lavorando ad un programma alternativo alla classica politica, distante dalle logiche di partito e per questo distante anche dalle liste civiche al cui interno vi sono sempre le solite bandiere.

Vogliamo essere liberi e distanti dai giochi di potere, vogliamo scegliere per il bene esclusivo degli Aretini.
Abbiamo puntato sulla trasparenza e sulla meritocrazia, vogliamo una politica partecipata, con la gente in mezzo alla gente.

Share

PULIAMO AREZZO 34^ TAPPA: SAIONE, 26 GENNAIO 2020

#Arezzosicura #Saione #orabasta

PuliAmo Arezzo ha fatto tappa a Saione, un bellissimo quartiere della nostra città.

Tantissimi i proclami della Giunta comunale, ma la situazione è la solita.

Come Movimento 5 Stelle abbiamo preso a cuore questa realtà e ci impegneremo concretamente con tutti i cittadini: nel nostro programma, in vista delle elezioni comunali Arezzo 2020, abbiamo infatti inserito azioni concrete per risolvere seriamente questi problemi.

Con Puliamo Arezzo, non solo vogliamo sensibilizzare i cittadini, ma anche monitorare costantemente le zone periferiche della nostra città.

Con la gente, in mezzo alla gente.

#arezzoinmovimento #elezioni2020 #Arezzo2020

Share

CS M5S: SERVIZI PUBBLICI, IL MERITO NON CONTA ?

Dopo le ormai note vicende di Arezzo Multiservizi e Coingas, il MoVimento 5 Stelle ribadisce ancora una volta di sostenere da sempre che la gestione dei servizi pubblici debba avvenire senza perseguire logiche di profitto o spartizione di potere
 
Gli unici criteri che devono indirizzare le nomine nelle partecipate, o enti similari, devono essere la competenza, la trasparenza e l’onestà.
 
E’ essenziale evitare logiche spartitorie, volte solo a riciclare soggetti politici rimasti senza incarico. Pratiche da prima Repubblica che ancora resistono in realtà come la nostra città e delle quali facciamo fatica a liberarci.
Al fine di ottenere un risultato privo di qualsiasi pressione e/o influenza politica, le nomine dovrebbero essere approvate, con l’obiettivo certo di premiare il merito, la professionalità e le conoscenze specifiche, curriculum vitae alla mano: una vera e propria selezione imparziale come dovrebbe succedere ad ogni cittadino normale.
 
Crediamo che la collocazione di determinate figure direttive influenzi direttamente la qualità del servizio offerto al cittadino ed inoltre favorisca la possibilità del ripetersi di situazioni simili ed analoghe a quelle riportate nella cronaca locale, relativamente ad alcune partecipate.
Auspichiamo un confronto ed un dialogo costruttivi a tutto tondo con le altre forze politiche per migliorare la qualità della vita degli aretini, mettendo al primo posto la trasparenza ed il bene di Arezzo, liberi da qualsivoglia spinta esterna.
Share

CS M5S: Basta con gli amici degli amici nelle partecipate!

ll Movimento 5 Stelle lancia una sfida chiara alle altre forze politiche.

Priorità ai curriculum e alle competenze.

Occorre trasparenza e meritocrazia, soprattutto nelle istituzioni.

La sfida è aperta, vediamo chi avrà il coraggio di raccoglierla.

Cosa bolle in pentola? Lo scopriremo nei prossimi mesi. 

Di certo è bene che gli aretini si facciano un’idea chiara delle modalità attraverso le quali avvengono le scelte di coloro che vogliono candidarsi a rappresentare la città.

L’attuale vicesindaco Gamurrini aveva recentemente dichiarato alla stampa di essere stanco comunicando al sindaco che non si sarebbe ricandidato.

Oggi invece apprendiamo dai media l’esatto contrario: Gamurrini farà una lista civica a supporto del sindaco Ghinelli.

Nel frattempo il coordinatore regionale della Lega afferma che l’eventuale candidatura di Ghinelli a presidente della Regione verrà confermata solo di fronte ad un quadro reale e oggettivo: che la Lega voglia candidare un suo esponente al posto di Ghinelli?

In realtà non è dato sapere se il sindaco uscente sia effettivamente interessato ad una sua ricandidatura oppure se voglia migrare verso altri lidi.

Anche a sinistra non c’è nulla di chiaro. Sono vari i nomi citati dalle testate giornalistiche per la carica di sindaco: dal dottor Agnolucci al dottor Ralli, fino all’attuale assessore regionale Vincenzo Ceccarelli.

A nostro avviso il solo dato certo è una grande confusione. O magari è la solita ricetta?

Un piano preparato a tavolino e conosciuto solo nei salotti giusti per continuare a litigarsi le poltrone così come successo negli ultimi anni. 

I soliti noti fanno e disfanno, spesso nascosti dietro ad una lista civica.

Il Movimento 5 Stelle non fa tattiche.

La nostra lista di candidati per le elezioni comunali, attualmente al vaglio della piattaforma Rousseau, è composta da persone unicamente interessate al bene della città e dei cittadini.

Siamo un gruppo coeso di persone che da anni sta lavorando per costruire una città nuova e diversa.

Questo è ciò che conta per noi.

Share

CS M5S: AREZZO, COSTRUIRE IL FUTURO SULLE FONDAMENTA DEL PASSATO

Da Gaio Cilnio Mecenate, Marco Perennio, Spinello Aretino, Niccolò Aretino, Pietro Aretino, Francesco Petrarca, Giorgio Vasari, Guittone D’Arezzo, Guido Monaco, Masaccio, Piero della Francesca, Andrea Cesalpino, Vittorio Fossombroni, Francesco Severi fino ad arrivare ai più recenti Roberto Benigni, Andrea Scanzi, Brunetto Bucciarelli Ducci, Amintore Fanfani, Patrizio Bertelli, Gori e Zucchi: cosa hanno in comune tutti questi famosissimi personaggi?

Per ogni aretino la risposta è semplice: hanno dato lustro alla città di Arezzo, hanno portato in alto e fatto conoscere in tutto il mondo il nome della nostra meravigliosa città, ognuno di loro nel compimento della propria attività.

Tutti noi abbiamo l’obbligo morale, in ogni circostanza, di comportarci con onestà e rappresentare al meglio la nostra città, tanto più se si è personaggi pubblici

Il Movimento 5 Stelle ricorda che la politica – quella con la P maiuscola – significa rispetto, sacrificio e oneri oltre agli onori. 

E chi rappresenta i cittadini deve avere ben chiaro che è chiamato ad un doppio sforzo perché le scelte fatte comportano sempre delle conseguenze

I fatti riportati in questi giorni dai media locali sono, a prescindere dall’esito delle indagini, dannosi per l’immagine di Arezzo. 

Farsi paladini di Arezzo Città della Cultura per poi essere sbattuti in prima pagina a causa di un’indagine per ipotesi di corruzione deve essere ritenuto totalmente inaccettabile da tutti noi aretini, indipendentemente dalla conclusione giudiziaria della vicenda.

Viva Arezzo e chi vuole una città diversa!

MOVIMENTO 5 STELLE AREZZO

Share