LA POLITICA: garanzia di lavoro per un club ristretto

Ci risiamo, dopo il toto-presidenti e le voci eccoci al solito epilogo: ancora spartizioni e gli aretini che se la sonnecchiano beatamente tra la rimozione di mucche-fantoccio e la pancia piena dai mercatini internazionali.

Anche basta, gente! Qui stiamo assistendo al sistematico rimpinguarsi di gruppi di potere utili solo ad auto-conservarsi fino alla fine dei secoli, amen.

Si sente dalla viva voce del Sindaco che tutto il PD ha votato per Nannini-Presidente, “figlio d’arte politica”, contributore attivo della creazione di quella Meravigliosa creatura chiamata Nuove Acque. Tutto il PD ha voluto il suo Profumo con la sola opposizione del Sindaco Fanfani, il quale dice che ci “mette poco a lasciare il partito”… Beh, questa sì che sarebbe una notizia! Una vera presa di posizione che renderebbe il tutto Bello e impossibile.

Tuttavia ancora una volta stiamo guardando annichiliti la nuova puntata della Fotoromanza aretina:

I 37 sindaci devono rinnovare il Cda di Nuove Acque spa. Il PD provinciale si chiude a “testuggine romana” e acclama il politico di lunghissimo corso Nannini. Meravigliosi! Se di rinnovamento si deve parlare… Sarebbe perlomeno decente che Cateni scendesse da quella sedia visto che è lì adagiato da 8 anni senza che si sia mai sentito parlare delle sui contributi all’azienda. Ricci era ad interim da un po’ e ora, finalmente, se ne andrà a casa a godersi i soldi che gli abbiamo fatto guadagnare in questi anni. Le domande sorgono spontanee:

•  In tutto questo “interim” a qualcuno è venuto in mente che si poteva creare un albo di iscrizione pubblica per scegliere i nuovi Rappresentanti tra i cittadini che si vogliono auto-candidare? Magari qualche laureato che ha votato “sì” al referendum si trovava…

•  Perché il PD non considera la possibilità che tra noi cittadini ci possano essere persone meritevoli ed invece può decidere in autonomia a chi far amministrare il Nostro S.I.I?

•  Forse il Partito Demofobico ha paura o non si fida dei suoi stessi elettori?

Questa noi la chiamiamo Oligarchia gerontocratica, non Democrazia.

Nannini dovrebbe rifiutare a prescindere e dimostrare che non ha un’ Ottava vita a spese nostre. Ci ha già dato abbastanza, grazie. ADESSO (cit.) può cercarsi un lavoro e magari farsi una vita un po’ più Avventuriera. Ci sono in giro fior fior di teste che potrebbero presiedere quella società come e meglio di lui.

Noi nel frattempo attendiamo Un’estate italiana sperando che non sia troppo torrida visto che l’acqua non diminuirà di un centesimo, sarà sempre privata e dovremo pagare un lauto compenso al nostro nuovo e PD-acclamatissimo Presidente Gianno-Paolo Nannini.

Quest’amore tra politica e servilismo sta diventando una camera a gas, un palazzo che brucia in città… Un vero e proprio

 

Share