RIFORMA ACQUA PUBBLICA: DA CHE PARTE STANNO I SINDACATI?

Abbiamo appreso con dispiacere che le organizzazioni sindacali Filctem (CGIL), Femca e Falei (CISL) e Uiltec (UIL) hanno deciso di proclamare l’odierna giornata di astensione dal lavoro per i lavoratori dei settori Gas, Elettricità e Acqua in opposizione alla proposta di legge di riforma del servizio idrico integrato che prende il nome della nostra portavoce in Parlamento Federica Daga.

Non possiamo negare lo stupore provato nell’apprendere di quest’iniziativa che mira a contrastare l’approvazione di una legge per la gestione pubblica dell’acqua che si richiama e fa propri i contenuti della proposta di legge di iniziativa popolare presentata con 400.000 firme nel 2007, e soprattutto, dà attuazione all’esito referendario del giugno 2011 che vide il consenso dei cittadini superiore al 90%.

In poche parole, perché indire uno sciopero contro una riforma volta a rispettare la volontà popolare?

Non possiamo negare che la sorpresa maggiore viene dalla condivisione dello sciopero contro l’acqua pubblica da parte di Filctem CGIL che da “promotrice”, insieme al Forum Italiano dei Movimenti per l’acqua, diventa “oppositrice” di una legge conforme all’esito referendario.

Sinceramente ci saremmo aspettati un ripensamento da parte dei Sindacati sopra citati, dopo che avevano ottenuto audizione in Commissione parlamentare, mercoledì 12 u.s.

Affermare che con l’approvazione della legge di riforma Daga si avrebbe un ‘blocco degli investimenti di 2,5 miliardi di euro’ e che “sono a rischio 70.000 posti di lavoro” equivale come porsi al pari di chi predilige fare “terrorismo mediatico”.

Dato questo atteggiamento stravagante dei Sindacati viene appunto da chiedersi da che parte stanno queste Associazioni rispetto alla volontà popolare dei cittadini. E viene da domandarsi: – chi difendono i Sindacati-, i diritti e gli interessi della collettività oppure quelli dei potentati privati che hanno in mano le società di gestione e mirano a perpetrare il loro profittevole business?

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Have a nice day *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.