M5S, un piano per Arezzo contro il caro energia

Raccogliamo con soddisfazione la proposta di Fabio Mori, fondatore e direttore della Casa dell’energia, sulla implementazione di soluzioni energetiche di ultima generazione. 

Noi siamo pronti, non solo a partecipare al tavolo per la creazione della prima Comunità Energetica Locale attraverso l’utilizzo dei fondi del PNRR, ma anche a discutere di progetti già attivi in altre città. Prendiamo come esempio il parco eolico di Affi, oppure il progetto Nemesys di Pontedera.

Poi c’è il capitolo formazione. Bisogna investire nella divulgazione e nella conoscenza. Citiamo il liceo quadriennale per la Transizione Ecologica e Digitale. Un percorso formativo che coinvolge 27 scuole superiori in tutta Italia, 4 università e aziende del consorzio Elis.

Siamo fiduciosi che questa sia la volta buona affinché l’amministrazione non perda tempo in riunioni per discutere di nomi e poltrone e si occupi, a tempo pieno, di come intervenire sui costi delle bollette di cittadini e imprese aretine.

L’amministrazione comunale ha il dovere di far sedere allo stesso tavolo, non solo i partiti di maggioranza e minoranza, ma tutti i soggetti che sono interessati all’attuazione della transizione energetica per parlare di competenza e autosufficienza energetica, visto che la provincia di Arezzo è già ricca di aziende leader nel settore.

Che la Casa dell’Energia possa essere un luogo neutrale dove mettere nero su bianco idee per poi vederle realizzate, sarebbe per noi un’ottima notizia.

La partita è iniziata, il Movimento 5 Stelle è pronto a raccogliere la sfida. E gli altri partiti? Attendiamo fiduciosi le prossime mosse.

Movimento 5 Stelle

Francesco Zagami

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Have a nice day *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.