“Abbondanza”, un diverso punto di vista sul nostro futuro

energia-solareIl gruppo di lavoro “energia” del MoVimento 5 Stelle di Arezzo ha selezionato il seguente video, “Abbondanza“, che adesso viene riproposto in queste pagine e nel nostro canale youtube.

Il video è stato selezionato per l’originale punto di vista sul futuro, in tempi di crisi percepito come nero, in cui qualcuno invece intravede più di un elemento positivo. La svolta, secondo il gruppo eterogeneo di persone che si alternano nel video, è l’abbattimento dei costi dell’energia solare. Essendo la natura umana profondamente influenzata da tre fattori, energia, tecnologia e malattie, il sostanziale miglioramento di uno dei tre non può che produrre un’evoluzione degli altri due.

Il documentario ha scopo divulgativo, non critico e offre una panoramica di ciò che “potrebbe” accadere, se lo si volesse. E’ una risposta alla domanda: “sarebbe bello, ma è possibile?”: si, tecnologicamente è realizzabile un’evoluzione positiva, che non può però essere solamente tecnologica. Si può considerare così la componente evolutiva culturale e sociale, come un altrettanto grandioso obiettivo politico.

Il documentario ha richiesto ore e ore di lavoro per essere tradotto e sottotitolato in italiano, dall’originale versione olandese. Un ringraziamento ai ragazzi del gruppo Energia.

Share

Il Con(s)iglio Comunale

Abbiamo realizzato un documentario che mostra (non troppo allegoricamente) come il PD di Arezzo prepari accuratamente la propria ritirata strategica dal Consiglio Comunale, così da far mancare il numero legale ed evitare di dover discutere in aula proposte spinose.

E’ giusto che si conoscano le dinamiche che regolano la politica (nazionale e locale) e che ostacolano la democrazia.

E’ contro questo modo di far politica che ci battiamo.

Share

Cittadini con l’elmetto: la quarta seduta del Consiglio Comunale ed il Partito (anti)Democratico

RIEPILOGO DELLE PUNTATE PRECEDENTI:
  1. Consiglio comunale del 27 giugno: Daniele Farsetti presenta la prima versione della mozione per la ripubblicizzazione del Servizio Idrico Integrato, subito dopo la vittoria del Sì ai referendum del 12 e 13 giugno (ricordiamo che 165.000 aretini hanno espresso la loro intenzione nel far tornare l’acqua pubblica); nel frattempo tutti i 16 consiglieri del PDmenoL si alzano ed escono dalla sala consigliare, abbandonando la seduta per far cadere il numero legale e quindi impedire che la mozione venga votata.
  2. Consiglio comunale del 22 luglio: dopo quasi un mese e mezzo dall’esito referendario, il PDmenoL non è ancora pronto (oppure non ne ha l’interesse) ad affrontare la mozione per la ripubblicizzazione del Servizio Idrico Integrato, perciò, visto il prolungarsi dei lavori nell’aula consigliare, viene chiesto che la mozione venga rimandata al prossimo consiglio comunale, dopo la vacanza estiva. Il MoVimento 5 Stelle accetta il rinvio, ma solo ad una condizione: che ci sia un’altra seduta del consiglio comunale prima delle vacanze e durante la quale il sindaco esponga il proprio programma di governo per i prossimi 5 anni, visto il termine del tempo previsto dallo Statuto per poterlo esporre.
  3. Consiglio comunale del 2 agosto: finalmente riusciamo a presentare la nostra mozione, così come viene presentata quella di Tulli (Sel), Barone (Idv), Rossi (Sinistra per Arezzo) alla quale si unisce in estremis Bracciali (Pd) in modo che anche il Partito (anti)Democratico abbia la sua fetta di consenso popolare …
Buona visione!

Share

Cittadini con l’elmetto: ultimo Consiglio Comunale, firma delle dimissioni in bianco e rinuncia al gettone di presenza

I nostri due portavoce, Lucio Bianchi e Daniele Farsetti, rispettano gli impegni assunti durante la campagna elettorale: firmare le dimissioni in bianco da consegnare agli attivisti del movimento e rinunciare al gettone di presenza.
In più ci parlano di ciò che è accaduto nell’ultimo Consiglio Comunale di Arezzo.

 

Share

3 luglio 2011: Manifestazione NO TAV in Val Susa. La realtà non è quella dei telegiornali

Mirko, Claudio e Piero ci parlano della loro esperienza durante la Manifestazione NO TAV del 3 luglio 2011 in Val di Susa.
La versione che ci raccontano è diversa da quella che sentiamo durante i telegiornali. Questa è, ancora una volta, la prova di come l’informazione viene manipolata per dare al “popolino” la versione migliore al fine dei propri interessi.

Le tesi esposte discendono da analisi di natura scientifica condotte in oltre 20 anni da docenti universitari ed esperti di economia dei trasporti, di architetture contrattuali e finanziarie, di ingegneria ambientale, da naturalisti, geologi, agronomi, medici e giudici: un “sapere” diventato bene comune del movimento NO-TAV.

Diciamo NO perché sarebbe un’opera:

Scarica la FOTOCRONACA della manifestazione.

Fonte: No Tav Torino

 

Share

Intervista ad Alessio Ciacci su “Rifiuti Zero”

L’assessore del Comune di Capannori (LU) Alessio Ciacci ci spiega come il suo comune ha messo in pratica, primo in Italia, la strategia di raccolta e smaltimento “Rifiuti Zero“.

Capannori ha raggiunto una raccolta differenziata dell’82%, contro il 35% di Arezzo.
Che ricadute ha tutto ciò sull’economia, sulla qualità della vita e sull’efficienza della nostra città?

 

Share